Scegliendo un'assicurazione casa avrai la possibilità di tutelare la tua abitazione e tutto quello che si trova al suo interno da eventuali furti o danni. Identificata con la formula "multirischio", questa polizza casa è in grado di racchiudere in un solo contratto vari rischi molto diversi tra loro, come ad esempio: l'incendio, il furto, la responsabilità civile della proprietà e/o della vita privata, l'assistenza e la tutela legale.

In questo approfondimento ti spiegheremo come funziona l'assicurazione casa, quali sono i vantaggi e gli aspetti da valutare prima di sottoscriverne una. Prima di iniziare ti segnaliamo che l'assicurazione casa di cui ci occuperemo rappresenta una copertura assicurativa diversa da quella obbligatoria, prevista in seguito all'accensione di un contratto mutuo.

Infatti quel tipo di assicurazione viene sottoscritta a favore della banca, che di fatto resta l'unico proprietario dell'immobile assicurato fino sino al termine del contratto di mutuo. L'assicurazione casa di cui ci occuperemo rappresenta invece una copertura in più, la certezza di ricevere ad un rimborso per affrontare le spese derivati dal verificarsi di tutte quelle situazioni di rischio contemplate dal contratto.

Da leggere: Come funziona l'assicurazione per chi vive in un appartamento?

Come funziona l'assicurazione casa?

Sebbene in Italia la "cultura assicurativa" sia ancora limitata, il numero di polizze casa stipulate nel corso degli ultimi anni ha registrato un progressivo aumento. Oltre ai numerosi vantaggi garantiti, le polizze casa offrono ampie possibilità di personalizzazione e si adattano facilmente alle esigenze della clientela. Il mercato assicurativo offre diverse soluzioni, lasciando al cliente la possibilità di decidere cosa proteggere e cosa mettere sotto garanzia, e perfino i massimali.

Trovare la formula assicurativa giusta richiede quindi un'attenta valutazione delle condizioni contrattuali e delle garanzie incluse, che dovranno essere sempre rapportate alle esigenze personali. Sul mercato sono presenti numerose tipologie di assicurazione casa che comprendono differenti forme di garanzia. Vediamo le più diffuse:

· la prima, l'assicurazione casa con copertura dei danni dell'abitazione: questa formula include la copertura dei Danni ai locali, Ricerca e riparazione danni d'acqua, Danni al contenuto, Furto del contenuto e danni da effrazione, Furto preziosi, Rapina e scippo.

· la seconda, l'assicurazione casa con copertura dei danni arrecati a terzi: con le coperture RC Famiglia, RC Cane, RC Proprietario e RC Inquilino;

· infine, l'assistenza in casi di emergenza: che garantisce l'invio di un tecnico per riparazioni in emergenza.

Inoltre, con la sottoscrizione di un'assicurazione casa si avrà la possibilità di disporre di una Tutela Legale, che prevede la copertura Tutela Legale Famiglia per quanto riguarda le controversie in cui sono coinvolti gli interessi privati dell'assicurato, dei familiari conviventi e del partner; e la Tutela Legale Casa, che garantisce l'assicurato in quanto proprietario dell'immobile per eventuali azioni legali.

Con la sottoscrizione di una polizza casa si dovrà prevedere il pagamento della polizza annuale, che costituirà la somma di cui si potrà disporre per affrontare le spese derivanti dalle situazioni di rischio previste dal contratto.

Quanto costa l'assicurazione casa?

Il costo dell'assicurazione casa è influenzato in parte dalla soluzione proposta dalla compagnia assicurativa scelta, e in parte alle garanzie richieste, ovvero da quali situazione di rischio stiamo assicurando l'abitazione. Ovviamente, maggiori saranno le garanzie, più elevato sarà il costo del premio annuale.

In alcuni casi il costo delle garanzie può subire delle variazioni anche in relazione alle possibilità che un dato evento possa verificarsi. Ad esempio, una polizza assicurativa contro i danni da terremoto avrà un costo più elevato in una zona geografica ad elevata sismicità rispetto ad una zona meno esposta. A questa variabile si aggiunge la valutazione di altri fattori, come: il comune di residenza, il valore dell'immobile, la tipologia dell'abitazione; la superficie e i metri cubi dell'abitazione.

Come disdire una polizza casa?

I contratti per l'assicurazione casa possono avere una durata annuale o pluriennale, tramite tacito rinnovo, rendendo in questo caso più difficoltosa la procedura di interruzione del contratto. Solo con la Legge Bersani – legge n.40 del 2007 – è stata introdotta la possibilità di effettuare la disdetta alla scadenza annuale senza costi aggiuntivi, ma rispettando una sola condizione: un preavviso di 60 giorni rispetto alla data di scadenza.

Per disdire una polizza vita è sufficiente inviare alla compagnia assicurativa una comunicazione scritta, meglio se con raccomandata con ricevuta di ritorno. In alternativa si può inviare un fax o effettuare la consegna di persona a mano. Nella comunicazione bisognerà specificare il numero della polizza, i dati dell'intestatario del contratto e la data di sottoscrizione del contratto. Per le polizze pluriennali sottoscritte prima del 3 aprile 2007, ovvero prima dell'entrata in vigore della legge, si potrà dare disdetta solo dopo 3 anni di versamenti effettivi.