Come saprai, il campo delle assicurazioni è molto vasto, con formule pensate per soddisfare le esigenze più diverse. In particolare, oggi vogliamo parlarti di una polizza dedicata alla sicurezza di chi viaggia spesso in bicicletta, ovvero l'assicurazione ciclisti. Ecco tutti i dettagli sul perché conviene sottoscriverla e qualche esempio

Assicurazione ciclisti: di cosa si tratta?

L'assicurazione ciclisti è oggi più che mai una soluzione decisamente interessante e vantaggiosa. Sempre più spesso si viene a conoscenza di gravi incidenti in cui restano coinvolti i ciclisti che, non potendo disporre di piste ciclabili percorribili, sono quasi sempre costretti a transitare nella stessa carreggiata delle automobili.

Come se non bastasse, sovente capita di vederli transitare in piena carreggiata, in quanto il lato più esterno è spesso molto rovinato o ricco di detriti come pietre o vetri. In queste situazioni, per tutelare se stessi, è fondamentale sottoscrivere una assicurazione ciclisti.

DA LEGGERE: Assicurazione bici: secondo uno studio gli italiani sono poco previdenti

Assicurazione ciclisti: facciamo qualche esempio

Esistono diverse formule quando si parla di assicurazioni per i ciclisti. Oltre a quelle che coprono i danni fisici, per gli infortuni, esistono anche polizze assicurative per quanto riguarda il furto. Un esempio di polizza assicurativa pensata per proteggerti nel caso di furto, è Bici2Go di Sara Assicurazioni.Tramite essa puoi vederti rimborsato fino ad un massimo di 1.000 euro nel caso in cui la tua bici venisse rubata mentre si trova incustodita in casa, in cantina oppure in garage.

Per la sottoscrizione di una vera e propria copertura RC Bici, puoi tenere in considerazione quella che mette a disposizione la FIAB per tutti i suoi soci. Annesso al costo di iscrizione è presente la polizza assicurativa che ti copre per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo. La copertura che ha valenza in tutta Europa prevede un massimale di 2 milioni di euro con una franchigia da 350 euro: ovvero, i primi 350 euro li paga chi ha fatto il danno, gli altri l'assicurazione.

FIAB mette a disposizione anche una assicurazione infortuni di 24 ore che ti tutela da ogni incidente invalidante che dovesse verificarsi nel corso della tua normale giornata in bici.

La RC Bici di FIAB vale anche per la circolazione della bicicletta con pedalata assistita, carrellini e seggiolino in regola con le norme del codice della strada. Nel caso in cui la bicicletta dovesse essere usata da un minorenne ed in caso di sinistro, la copertura si estende a chi ne ha la podestà a cui viene richiesto il risarcimento del danno. La copertura individuale di FIAB è stata studiata in collaborazione con la Unipol assicurazioni. Essa si estende dal 1° gennaio fino al 31 dicembre di ogni anno.

Nel caso di prima attivazione, la copertura inizierà dal giorno in cui si calcola il pagamento ed entra in vigore solo quando la FIAB ha ricevuto la comunicazione del pagamento.