Il mercato delle polizze assicurative comincia lentamente a prendere quota anche in Italia. Gli ultimi dati evidenziano infatti una significativa crescita soprattutto nel ramo delle polizze vita, dove si registra il numero più elevato di contratti sottoscritti nel corso degli ultimi anni. La crescita della domanda è stata supportata anche da un’offerta ampia e diversificata che assicura a tutti gli interessati la possibilità di trovare senza troppe difficoltà la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Tuttavia, proprio il numero elevato di proposte avanzate dalle tante compagnie assicurative presenti sul mercato potrebbe generare un po’ di confusione e rendere la scelta non proprio immediata. Per facilitare la tua scelta, abbiamo chiesto agli esperti di SuperMoney di indicarci quali sono gli aspetti più importanti da valutare prima di sottoscrivere un contratto per un’assicurazione sulla vita. In quest’articolo cercheremo di approfondire alcuni aspetti, spiegare il funzionamento e quali sono le opportunità riservate a chi decide di stipularne una.

Da leggere: Stipulare una polizza vita, tutti i vantaggi fiscali

Assicurazioni sulla vita: come funzionano?

Stipulando un contratto per una polizza vita potrai non solo beneficiare di una copertura assicurativa per te stesso, ma anche per i tuoi familiari. Entrambe le formule rappresentano per l’intero nucleo familiare un vero e proprio “paracadute”, perché consentono di tutelarsi da eventuali imprevisti, come ad esempio un prolungato periodo di difficoltà economica, una grave malattia, fino ai casi più estremi di decesso. Le formule assicurative presenti al momento sul mercato sono molto complete e convenienti e sempre più italiani le considerano una valida alternativa alle classiche soluzioni di risparmio.

Proprio a tal proposito occorre fare una precisazione. Infatti, a differenza delle formule di risparmio proposte dalle banche e dai istituti di credito, in caso di riscatto anticipato della somma maturata, le polizze assicurative prevedono una riduzione del capitale maturato. Questo è dovuto alla chiusura anticipata del contratto assicurativo rispetto alla scadenza naturale. Precisiamo che nella maggior parte dei casi si tratta di cifre importanti, per questo consigliamo di riflettere a lungo prima di prendere una decisione. In genere, valutate sempre con attenzione quali sono le modalità di liquidazione previste per gli eredi legittimi.

Quali sono i costi delle polizze vita?

Un altro aspetto delle polizze assicurative da non sottovalutare assolutamente riguarda proprio i costi, che possono variare a seconda della compagnia e dei servizi offerti. In questo caso l’uso di un comparatore di tariffe, come SuperMoney, potrebbe rivelarsi molto utile e rendere la ricerca molto più rapida ed efficacie. Ricordate inoltre di valutare le tempistiche di pagamento del premio assicurativo, che potrà essere mensile, semestrale oppure annuale.

Quali sono le conseguenze in caso di ritardo nei pagamenti?

Altra variabile da non sottovalutare è il mancato pagamento o eventuali ritardi del premio assicurativo. Molte compagnie assicurative adottano a tal proposito una politica molto rigida e intransigente, prevedendo un margine di tolleranza non superiore ai 6 mesi dalla data di scadenza della rata. In caso di ritardo maggiore potrebbe essere prevista anche la risoluzione definitiva del contratto. In casi del genere il capitale accumulato potrebbe restare anche nelle mani della compagnia di assicurazione.