L'acquisto della prima casa è l'investimento più importante per la maggior parte degli italiani, che dovrebbero quindi avere tutto l'interesse a proteggerla il più possibile. Per questo si stipulano le assicurazioni sulla casa. E' preferibile infatti pagare un po' di più tutti i mesi, pur di tutelarsi dall'eventualità di dover sborsare diverse migliaia di euro per porre rimedio a guasti o danni di varia natura. Metti caso che si rompa l'impianto idrico e ci sia una fuoriuscita di acqua, che non solo crei ingenti danni al tuo appartamento, ma anche a quello sottostante. Senza un'assicurazione casa dovresti coprire le spese e il risarcimento agli eventuali condomini di tasca tua. Con una polizza assicurativa, invece, sarebbe la compagnia a farsi carico delle spese.

A rigor di logica, meglio quindi spendere qualcosina in più tutti i mesi, ma proteggere la propria casa e il proprio portafogli. Non tutti gli italiani però la pensano così, anzi. Una ricerca realizzata dalla società Assistenza Casa in collaborazione con GFK Eurisko ha infatti evidenziato come siano ancora pochi gli italiani che scelgono di stipulare un'assicurazione sulla casa. In particolare, l'analisi ha voluto indagare la percezione del rischio domestico da parte delle famiglie e la consapevolezza di quanto potrebbero essere gravi i danni causati da guasti degli impianti luce, gas e acqua.

DA LEGGERE: Assicurazioni per famiglia e animali domestici tutelano i propri cari

Assicurazioni sulla casa: di cosa hanno paura gli italiani?

Dalla ricerca è emerso che molti italiani sono consapevoli di quanto gravi potrebbero essere i danni provocati da guasti agli impianti di acqua, luce e gas. Ciononostante, pur ammettendo che nella grande maggioranza dei casi gli stessi impianti siano datati e che necessiterebbero di manutenzione, sono pochi gli intervistati provvisti di un'assicurazione sulla casa.

Come se non bastasse, secondo l'analisi oltre metà degli intervistati ha già dovuto fare i conti con guasti imprevisti all'impianto elettrico (27%), a quello di riscaldamento (18%), per non parlare di quello idrico (39%). L'indagine ha voluto inoltre indagare quali sono i timori più diffusi in relazione a questi eventuali danni agli impianti domestici.

Per quanto riguarda la luce, il 42% del campione ha risposto che la preoccupazione principale sono i costi necessari per la riparazione del guasto, mentre il 20% teme di più per la sicurezza dell'impianto e di conseguenza della propria casa e di chi ci abita. Un 27%, infine, è preoccupato di non riuscire a riparare il guasto in tempi brevi.

Per l'impianto idrico, invece, tutti gli intervistati erano d'accordo nell'affermare che le paure principali sono quelle relative ai danni che una fuoriuscita di acqua potrebbe causare alla propria casa e agli arredi, ma anche agli appartamenti adiacenti o sottostanti per chi abita in condominio.

Polizza casa e manutenzione: la formula per tutelarsi al meglio

A fronte dei timori espressi dagli italiani e strano constatare che solo 1 famiglia su 3 protegge la propria casa con una polizza assicurativa. Certo, il delicato momento economico che stiamo ancora attraversando non aiuta, ma il rischio di dover poi pagare di più e in un'unica soluzione nel caso di danni non va sottovalutato.

Per proteggere la propria abitazione al meglio è quindi consigliabile stipulare un'assicurazione sulla casa, per lo meno contro eventuali guasti agli impianti luce, gas e acqua. Questa soluzione, in accoppiata con una manutenzione costante degli impianti, assicurerà la migliore protezione a livello domestico.