Assicurazioni,cambiano le regole: l'Unione Europea ha appena approvato l'Insurance Distribution Directive (IDD), la direttiva che punta a tutelare i cittadini varando norme più severe in tema di trasparenza e informazione. Da Bruxelles è stato ufficialmente sancito il nuovo corso e le compagnie saranno chiamate ad adeguarsi, modificando le proprie pratiche commerciali in modo da garantire condizioni chiare e scritte in maniera inequivocabile, a misura del cittadino. il settore assicurativo negli ultimi mesi sta andando incontro a una serie di trasformazioni con lo scopo di abbattere l'evasione, rendere la gestione burocratica più agevole e i controlli più severi. Il libero mercato, la possibilità di porre le diverse tipologie di polizza assicurativa proposte dalle compagnie a confronto e, da ora, la direttiva europea appena introdotta, mirano parallelamente a creare un contesto che sia più a portata di utente.

Assicurazioni: le nuove regole introdotte dall'IDD

L'Italia sta producendo in questi mesi il massimo per cercare di modificare l'assetto del mondo assicurativo. Le polizze auto del Belpaese risultano essere le più care d'Europa, un fenomeno alimentato dall'alta incidenza di truffe e dall'evasione del settore – basti considerare che nel 2014 è stata stimata la presenza di 3,9 milioni di vetture circolanti senza assicurazione. E se a livello nazionale la tendenza è quella di individuare e colpire i furbetti e combattere gli alti prezzi del settore, l'Unione Europea si orienta in favore del cittadino, promuovendo il principio della trasparenza.

LEGGI ANCHE: Assicurazione viaggio: tutto quello che c'è da sapere

Le nuove regole per le assicurazioni europee introdotte tramite l'Insurance Distribution Directive si scagliano, di fatto, contro tutte quelle pratiche commerciali scorrette poste in essere da compagnie e broker assicurativi in tema di vendita delle polizze. D'ora in poi, gli operatori del settore dovranno attenersi a un protocollo più rigido.

Trasparenza

Come anticipato, sarà la trasparenza il principio guida che orienterà il rapporto tra le società e l'assicurato. Le prime saranno chiamate a presentare in maniera semplice e lineare le condizioni di vendita dei propri prodotti, i costi e i termini previsti dal contratto. Negli ultimi mesi, ad esempio, una campagna promozionale offriva l'Rc auto in omaggio per un anno per chi avesse acquistato determinati modelli di auto. L'offerta, però, non chiariva in modo esplicito che suddetta promozione avrebbe comportato la perdita dei vantaggi relativi alla Legge Bersani, penalizzando di fatto i beneficiari della promozione. Tramite l'Insurance Distribution Directive, saranno proprio condotte simili a finire sotto la lente di ingrandimento degli organi UE chiamati a vigilare.

Documento informativo standardizzato

Le nuove regole per la assicurazioni prevedono anche informazioni più comprensibili. A tal fine, l'UE sta stilando un documento informativo standardizzato, una sorta di vademecum a cui dovranno attenersi tutte le promozioni e le attività di informazioni in ambito assicurativo diverse dal mercato delle polizze vita.

Il documento impone un linguaggio chiaro e comprensibile che eviti ogni sorta di ambiguità relativa a terminologie e interpretazioni e si somma a quelli già varati con lo stesso obiettivo per ciò che riguarda le polizze sulla vita e i prodotti d'investimento. Il documento servirà ai consumatori per compiere le proprie scelte in modo più lucido e al riparo da possibili incomprensioni interpretative.

Richiamo a comportamenti etici

D'ora in poi, i cittadini potranno liberamente scegliere di svincolare l'acquisto di beni e servizi da soluzioni assicurative ad essi abbinati e non dovrà essere stabilito alcun vincolo di sottoscrizione. In generale, le nuove regole sulle assicurazioni mirano alla promozione di comportamenti commerciali e azioni di comunicazione verso il cliente orientate verso principi di etica e di correttezza. A breve, infatti, sarà varato un nuovo pacchetto di norme in materia di trasparenza, che imporrà condotte aziendali sane e focalizzate sulla soddisfazione del consumatore.