L'assicurazione viaggio rappresenta una spesa che spesso si tende a considerare come accessoria, superflua, evitabile. In realtà, si tratta di una tutela che in determinati tipi di soggiorno non può essere messa da parte, soprattutto se la meta di destinazione non garantisce determinate protezioni legali o giuridiche. La prima cosa da fare quando si sceglie la polizza più adatta consiste nel porre le varie assicurazioni presenti sul mercato a confronto per farsi un'idea più chiara su tariffe e servizi esistenti.

Assicurazione casa: quanto costa

Come quando si sceglie l'assicurazione sulla casa, anche con le polizze sui viaggi è necessario adottare un approccio che sia il più possibile analitico per non rischiare di compiere valutazioni affrettate. Ciò significa conoscere come funziona il sistema delle assicurazioni viaggio, selezionare le garanzie a cui non si può fare a meno e quelle invece considerabili come non necessarie. Tali valutazioni non sono assolute ma dipendono in massima parte dalla destinazione della propria vacanza e da altri fattori.

LEGGI ANCHE: Assicurazione sulla casa: come e quale scegliere

Mediamente un'assicurazione viaggio ha un costo compreso tra 100 e i 500 euro, a seconda della vastità delle garanzie proposte. La completezza del pacchetto selezionato dipenderà da una serie di fattori: valore dei propri bagagli, durata del soggiorno, meta di destinazione.

Sanità, furto e smarrimento

Quando si viaggia verso Paesi esteri, l'assicurazione sanitaria può essere un servizio irrinunciabile. In alcuni stati, come ad esempio negli Stati Uniti, i costi della sanità sono molto alti e in assenza di un'apposita polizza c'è il rischio di doversi sobbarcare oneri non preventivati. Spese relative a cure o, in casi peggiori, alla degenza presso strutture ospedaliere, possono raggiungere cifre altissime e, in tal caso, la giusta assicurazione viaggio può rivelarsi una vera e propria ancora di salvezza.

Altra garanzia a cui spesso è meglio non rinunciare è quella relativa al furto o allo smarrimento dei propri bagagli. Si tratta di una protezione a cui si consiglia sempre di non rinunciare se si viaggia in aereo.

Garanzie di base e accessorie

Sicurezza sì, ma al giusto prezzo. Ovviamente fin quando è possibile è sempre bene cercare di risparmiare sul costo complessivo della polizza. Ogni compagnia garantisce talune garanzie di base mentre altre sono da considerarsi accessorie e, per tale ragione, sta al richiedente valutare quali inserire e a quali, invece, rinunciare.

Infine, se il viaggio è stato pianificato tramite un'agenzia viaggi, è opportuno richiedere specificatamente se il costo complessivo pattuito includa o meno un'assicurazione e, in caso positivo, informarsi su quali tipi di tutele includa la polizza.