Avete mai preso in considerazione un'assicurazione per l'ufficio? Gestire un'attività propria implica diverse responsabilità e l'assunzione di rischi da mettere in preventivo e che la stipula di una polizza permette di limitare, anche se selezionare quella giusta non è cosa facile. Il primo passo in tal caso consiste nel porre le varie assicurazioni esistenti sul mercato a confronto per avere le idee più chiare e valutare le diverse possibilità a disposizione.

Cosa tutela l'assicurazione per l'ufficio

Come quando si sceglie un'assicurazione viaggio o una polizza sulla casa, selezionare l'assicurazione per l'ufficio più adatta alle proprie esigenze che garantisca il giusto equilibrio tra spesa e tutele è prima di tutto una questione di giuste informazioni. Si tratta, infatti, di un ambito in cui spesso è complicato agire e senza un'adeguata ricerca preliminare c'è il forte rischio di non fare valutazioni mirate o di spendere cifre altissime.

LEGGI ANCHE: Assicurazione sulla casa: come e quale scegliere

Assicurare il proprio ufficio mette al riparo da danni di media e grossa entità potenzialmente molto dannosi per la propria attività di business, proteggendo l'immobile, gli oggetti in riferimento a furti, incendi, guasti tecnici e anche se stessi e i propri dipendenti da eventuali responsabilità civili.

Le principali polizze assicurative per l'ufficio

Tra le coperture assicurative garantite da tale tipo di tutela, ve ne sono alcune a cui si consiglia di non rinunciare assolutamente. Ecco quali sono:

- La polizza furto tutela gli oggetti presenti all'interno del proprio ambiente di lavoro ed eventuali danni provocati da tentativi di effrazione o qualunque altro tipo di danno causato dal ladro. Spesso la garanzia include anche casi di estorsione o rapina che si verificano al di fuori del contesto d'ufficio, ma in tal caso è necessario che la compagnia informi in modo accurato il sottoscrivente su quali casi includa e quali invece restino fuori dalle tutele.

- La polizza incendio garantisce un rimborso – parziale o totale – provocati da incendi o allagamenti derivanti da atti dolosi o cause accidentali, quale ad esempio un guasto tecnico al sistema elettrico. In alcuni casi è possibile estendere la copertura anche a danni causati da fenomeni naturali, escludendo i terremoti. La polizza si rivolge sia agi oggetti che alla struttura dell'immobile.

- La responsabilità civile extra professionale copre danni che la proprietà dell'ufficio causa a terze parti, escludendo quelli derivanti dallo svolgimento diretto della propria attività di lavoro. Pensiamo ad esempio ad un pezzo di intonaco che, staccandosi dal soffitto, ferisce un cliente.

Quanto costa

Ovviamente, non esiste un costo standard della polizza per l'ufficio ed essa dipende dal tipo di tutele che si è scelto di inserire nel contratto, oltre che dalla tipologia e dalla grandezza dell'immobile. Un ufficio di dimensioni superiori ai 100 metri quadrati situato in una grande città e con un numero di dipendenti inferiore a tre può implicare, mediamente, un costo annuale che si aggira intorno ai 400 euro. Solitamente, fuori dai grandi centri urbani si va incontro a tariffe più abbordabili.

Anche la tipologia di esercizio esercitata all'interno dell'ufficio influenza il costo della polizza finale. La presenza di materiali infiammabili, ad esempio, può generare un aumento dei costi. Occorre inoltre valutare attentamente la convenienza – o meno – rappresentata dall'inserimento di una franchigia all'interno della polizza, ricordando di leggere attentamente ogni singola clausola e chiedendo chiarimenti in caso di dubbio.