Un'assicurazione sulla casa è una tutela del proprio patrimonio a cui, pur non essendo obbligatoria, non bisognerebbe rinunciare. Scegliere il prodotto più indicato, tuttavia, non è semplice e prima di stipulare la polizza più indicata è necessario informarsi in modo scrupoloso. Una pratica consigliabile in questi casi consiste nel porre le diverse tipologie di assicurazione presenti sul mercato a confronto per conoscere in modo più chiaro le varie alternative a disposizione.

Assicurazione sulla casa: come funziona

Un'assicurazione sulla casa garantisce diversi tipi di protezione patrimoniale a seconda della tipologia di polizza selezionata. Si tratta di un tipo di servizio che in Italia non ha ancora preso piede quanto dovrebbe e che appena il 31% dei proprietari sceglie di acquistare. Ciononostante, il consiglio è sempre quello di non farne a meno, soprattutto se possedete oggetti di valore in casa, ospitate bambini o animali, l'immobile è dotato di terrazzine o balconi da cui potrebbero cadere oggetti, abitate in zone sismiche o pericolose dal punto di vista climatico e ambientale.

LEGGI ANCHE: Assicurazioni contro gli incidenti nel percorso casa-lavoro

I contratti di assicurazione sulla casa sono regolamentati dall'articolo n. 1882 del Codice Civile e prevedono che, in cambio di un canone prestabilito ed erogato dall'intestatario della polizza alla compagnia, quest'ultima si impegni a garantire il rimborso totale o parziale di danni causati da incidenti ed eventi di vario genere a persone, oggetti o all'immobile stesso.

Tipi di coperture

Un'assicurazione sulla casa adeguata deve presentare tutte le necessarie garanzie di tutela che il proprietario ricerca. In particolare, una polizza completa deve assicurare un equo rimborso in caso di incendi, trombe d'aria, terremoti, gandini, fulmini e altri eventi naturali; danni causati a dispositivi elettronici o da fenomeni elettrici; furti (di oggetti d'arredo, beni di valore, strumentazioni elettroniche e tecnologiche) e atti vandalici; rottura di infissi, pareti, inferriate, vetri e cristalli; danni causati dagli animali domestici. L'assicurazione non garantisce tutela in caso di alluvioni, inondazioni, allagamenti.

La polizza, inoltre, deve garantire protezione in caso di: danni che l'immobile causa a soggetti terzi (infiltrazioni, allagamenti, oggetti caduti da balconi e finestre). Deve inoltre farsi carico della responsabilità civile in caso di danni causati a soggetti terzi da parte di membri del nucleo famigliare, sia in casa che fuori.

Le formule di stipula

Semplificando, esistono due differenti formule di contratto previste per le assicurazioni casa:

- Polizze a valore intero: coprono totalmente il danno subito da cose, persone e dall'immobile stesso. In tal caso, il consiglio è quello di rivolgersi periodicamente a un perito per effettuare nuove stime sugli oggetti posseduti e sul valore dell'immobile;

- Polizze a primo rischio assoluto: l'ammontare dell'indennizzo massimo è stabilito già in fase di stipula.