L’assicurazione mutuo è una polizza che chi si accinge a stipulare un contratto di mutuo per l’acquisto di una casa può decidere di richiedere all’istituto bancario di riferimento. Può capitare infatti di trovarsi in delle situazioni in cui avere una polizza che tuteli il consumatore è importante, non solo nell’ambito del mercato immobiliare ma anche quando si viaggia, per tutelare la propria salute, i propri animali domestici e via dicendo. Per questo motivo si possono mettere le assicurazioni a disposizione del consumatore a confronto per capire in che modo mettere al sicuro i propri beni.

Diversi tipi di polizza

I beni che si possono assicurare possono anche essere legati alle persone fisiche: i calciatori, ad esempio, sono tutelati con assicurazioni sportive apposite per ottenere una copertura in caso di gravi infortuni. Quando si parla di mutui, invece, bisogna tenere presente che nel calcolo della rata da pagare mensilmente bisogna includere anche l’assicurazione mutuo. Perché di eventi imprevedibili ne possono capitare tanti, anche se raramente, ma possono avere un impatto significativo.

Diversi tipi di danno

Si pensi ad esempio a incendi e altri danni che potrebbero danneggiare l’immobile oggetto di ipoteca. Pensando a eventi che possono capitare con più frequenza, invece, esiste il rischio di insolvenza: in una situazione professionale precaria e in crisi come quella che caratterizza l’Italia non si può essere sicuri di niente e se per qualsivoglia motivo non si riesce a stare dietro al pagamento delle rate, l’assicurazione mutuo copre le spese.

L’assicurazione mutuo è obbligatoria?

L’unica assicurazione mutuo obbligatoria per legge è quella scoppio e incendio e offre una copertura completa in caso di danni dovuti ad incendio od esplosione. Questo tipo di polizza permette un rimborso pari al costo di ricostruzione dell’immobile che permette quindi di estinguere il proprio debito nei confronti della banca presso il quale è domiciliato il finanziamento per l’acquisto dell’immobile danneggiato.

La decisione dell’IVASS

L’Istituto di Vigilanza per le Assicurazioni ha stabilito che il mutuatario ha la possibilità di stipulare l’assicurazione mutuo presso una compagnia di assicurazione diversa da quella convenzionata con la banca, in base alle proprie esigenze e necessità.

Quanto costa la polizza sul mutuo

Per calcolare qual è effettivamente il costo della polizza, bisogna tenere presente che rientra nel calcolo del Taeg (tasso annuo effettivo globale) e che si ottiene considerando il valore di costruzione dell’immobile. Talvolta, però, invece di considerare il valore di costruzione si utilizza quello commerciale che, essendo più alto, aumenta l’importo del premio.

Si può adempiere al pagamento del premio secondo due modalità:
  • in un’unica soluzione al momento della stipula del mutuo
  • si può rateizzare con un costo di 30-50 euro mensili

Polizze facoltative

Oltre all’assicurazione mutuo obbligatoria legata a scoppio e incendio, ce ne sono altre facoltative, che possono tutelare in caso di danni al mutuatario in caso di morte, infermità o perdita del lavoro. Da ultimo è bene ricordare che nell’eventualità in cui si stabilisse di surrogare il proprio mutuo, ovvero di trasferirlo presso un altro istituto, è possibile trasferire anche la polizza, il cui beneficiario diventerà la nuova banca di riferimento.