Mettendo le offerte di Genialloyd a confronto con quelle di Genertel, Generali, Direct Line e di tutte le altre compagnie assicurative attraverso un comparatore di tariffe online ci garantirà un risparmio consistente; avendo davanti tutta l'offerta presente sul mercato scegliere sarà veramente facile e veloce, trovando l'assicurazione che più risponde alle nostre esigenze di spesa e sicurezza.

D'altra parte esiste un modo ancora più facile per trovare una polizza assicurativa vantaggiosa. Infatti forse non tutti sanno che per assicurare moto o auto elettriche o comunque a basse emissioni, tendenzialmente, le compagnie assicurative prevedono premi inferiori. Un risparmio che si andrà ad aggiungere a quello relativo al minor costo del carburante.

In questo ragionamento c'è però un "ma": le auto elettriche, soprattutto, ma anche le moto a basse emissioni hanno, da listino, un costo palesemente più elevato. Per questo infatti lo Stato offre incentivi all'acquisto a chi compra un'auto elettrica o a basse emissioni. Ma questo bonus vale anche per le moto?

Leggiamo insieme il testo della norma che prevede gli incentivi per l'acquisto di auto elettriche: sul testo possiamo vedere che sono ammessi ai contributi «solo i veicoli a basse emissioni complessive che utilizzano in modalità esclusiva o doppia combustibili alternativi (idrogeno, biocombustibili, metano, biometano, GPL, energia elettrica)». Quindi, sì, le moto sono assolutamente incluse tra i vecoli che godono del bonus.

Lasciando da parte il mondo dell'auto, su cui già molto è stato scritto, i motociclisti si chiederanno certamente quali moto rientrino nei limiti di emissioni di CO2 per poter usufruire degli incentivi. Sfortunatamente, per le due ruote, le possibilità si riducono ai soli mezzi elettrici, mentre il comparto auto può annoverare anche mezzi a metano, biocombustibili, ibridi, oltre alle auto elettriche.

I ciclomotori e motocicli a due o tre ruote, ibridi o elettrici interessati dagli incentivi sono quelli appartenenti alle categorie L1(L1e), L2 (L2e), L3 (L3e), L4 (L4e), L5 (L5e) e L6e, L7e (quella dei quadricicli elettrici). Il bonus prevede uno sconto massimo del 20% (fino a vari tetti massimi definiti dalla quantità di emissioni) e per poter usufruire dei contributi fanno fede le emissioni di CO2 registrate in sede di omologazione per ciascun veicolo.