Giovani tra i 18 e i 30 anni: probabilmente è questa la categoria di automobilisti che spende di più per la polizza del proprio veicolo e che perciò avvertono di più l'esigenza di risparmiare sul costo dell'assicurazione auto.

Per trovare la polizza più vantaggiosa tra i prodotti di Quixa, Direct Line e così via i giovani possono rivolgersi ai portali di comparazione online per effettuare un confronto. Tuttavia ciò che fa lievitare il premio assicurativo è proprio il fatto di essere giovani e neopatentati: anche la più conveniente delle polizze, quindi, sarà più cara di quella con un guidatore con un po' più di esperienza.

Un'occasione per risparmiare è rappresentata dalla Legge Bersani, entrata in vigore nel 2007, che ha stabilito che, nell'assicurare la propria autovettura, il giovane neopatentato potesse ereditare la classe di merito del parente più virtuoso.

Nonostante l'introduzione della Legge Bersani, tuttavia, i premi assicurativi dei più giovani sono rimasti molto elevati ed è per questo che ANIA ha dato vita all'iniziativa Patto per i Giovani che ha coinvolto praticamente tutte le compagnie del settore.

Il Patto Giovani prevede che ogni compagnia assicurativa includa nella propria offerta bonus e riduzioni per i più giovani e i neopatentati. Un patto, però, è per definizione biunivoco: i giovani assicurati, infatti, si devono impegnare a rispettare un vademecum dell'automobilista virtuoso e responsabile.

Tra le compagnie che hanno aderito all'iniziativa ricordiamo Zurich, che offre polizze a condizioni favorevoli per i giovani fino a 26 anni, Allianz, che agevola i giovani fino ai 27 anni, ed infine Genertel, che comprende nelle sue offerte i giovani fino a 30 anni.

La polizza offerta da Genertel agli under 30 prevede un premio assicurativo a costo ridotto e un bonus del 10% se si rinnova la polizza senza aver causato sinistri. Inoltre nella polizza è compresa l'assistenza stradale Europe Assistance, che offre, in caso di necessità, carro attrezzi, meccanico o vettura sostitutiva. Tra le garanzie accessorie, poi, si può includere anche quella per gli infortuni al conducente, che prevede anche un servizio di consulenza medica. Infine, se si viene coinvolti in un sinistro, i giovani potranno usufruire dell'assistenza legale.