Quando si parla di assicurazioni, il primo pensiero va subito alle polizze sulla vita o ancora a quelle per l'automobile: ma se in mente abbiamo grandi progetti, come un viaggio oltreoceano negli USA, è bene sapere che bisognerà trovare le assicurazioni più vantaggiose che ci tutelino da ogni rischio che il viaggio negli Stati Uniti potrà farci incontrare.

Sebbene internet ci renda tutti più vicini, la distanza in termini culturali e legislativi è ancora molta: ecco perché per proteggerci le associazioni dei consumatori consigliano di stipulare delle polizze assicurative convenienti ma in grado di coprire ogni rischio. Un esempio fra tanti? Le spese per curarci negli USA o Stati Uniti d'America.

Nel Paese di Hollywood e di Broadway infatti, i costi per l'assistenza sanitaria sono molto, molto alti: per questo motivo, il Ministero della Salute raccomanda a ogni viaggiatore prudente di stipulare una polizza che copra tutte le spese mediche in modo da garantire una partenza a cuor leggero.

Tra l'altro, è possibile abbinare una polizza sufficiente a coprire le emergenze durante la vacanza a ogni prodotto di viaggio che decideremo di acquistare sia online che in agenzia: si può abbinare al volo, alla vacanza studio e al viaggio d'affari, o addirittura a tutto il pacchetto vacanze.

Altro motivo per cui è vantaggioso stipulare una polizza di viaggio per gli USA riguarda il fatto che 'assistenza sanitaria negli USA arriva a cifre proibitive: una permanenza in ospedale potrà costare anche 3mila euro, esclusi esami ed eventuali interventi.

Ancora, fare attenzione alle esclusioni previste nella polizza: in genere sono piuttosto restrittive, dunque vale la pena stipularne una adeguatamente completa, che magari comprenda annullamento del viaggio, l'assistenza al momento di essere rimpatriati e gli eventuali problemi relativi al bagaglio smarrito o rubato.

A cosa bisognerà poi fare attenzione se si sceglie una polizza assicurativa per il viaggio negli Stati Uniti? Innanzitutto, guardare se sia prevista l'eventualità di fruire di un'assistenza per le emergenze sanitarie che sia multilingue, nazionale e internazionale e attiva 24 ore su 24, per evitarci anche problemi di incomprensione, da non sottovalutare.

Così ancora guardare se i massimali previsti siano adeguati a coprire le spese altissime dell'eventuale emergenza sanitaria e se la copertura prevista per annullare il viaggio non sia fruibile solo in caso di ricovero o infortunio, ma anche di altre scomode eventualità.