Grande movimento di mercato fra le compagnie assicurative dopo l'ormai nota fusione fra Unipol e FonSai avvenuta nei mesi scorsi. Il gruppo UnipolSai (ovvero il risultato di questo accorpamento) ha nei giorni scorsi comunicato la cessione degli asset della ex compagnia Milano Assicurazioni ad Allianz. Chi vuole confrontare le assicurazioni migliori, quindi, troverà sicuramente questi giganti del settore che espandendosi mirano a conquistare nuovi clienti e fette di mercato.

Il gruppo Allianz come anche UnipolSai o la compagnia Generali, infatti, dominano il mercato del settore e offrono ai consumatori alcuni dei prodotti più convenienti. Con questa acquisizione Allianz si aggiudica un portafoglio assicurativo danni del valore di 1,1 miliardi di euro (secondo dati 2013) oltre a un apparato composto da 729 agenzie sul territorio e circa 500 dipendenti dedicati alla gestione di queste attività. La cessione degli asset di Milano Assicurazioni è costata 440 milioni di euro.

"L'accordo raggiunto con Allianz, in linea con le condizioni di mercato, tutela gli stakeholder di UnipolSai - ha affermato l'Amministratore Delegato Carlo Cimbri - e consente al Gruppo Unipol di adempiere alle misure straordinariamente rigorose imposte dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in occasione del salvataggio del gruppo Fondiaria-SAI". Proprio dall'Autorità di vigilanza e dall'Antitrust ora si attente il via libera per il passaggio definitivo degli asset.

L'Antitrust, nei mesi scorsi, aveva fatto pressioni su UnipolSai proprio riguardo alla cessione di parte degli asset assicurativi. Addirittura una "procedura d'infrazione" era stata aperta nei confronti del colosso assicurativo per la mancata cessione degli asset: secondo le Autorità di vigilanza sul mercato, infatti, l'accorpamento di Unipol con Premafin aveva causato un non equilibrio sul mercato del settore. L'opinione di alcuni esperti del settore è che questa situazione abbia provocato lo sconto di circa il 12% sugli asset di Milano Assicurazioni.