L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (Ivass) ha disposto che, dallo scorso 20 dicembre 2013, due compagnie di assicurazioni di nazionalità rumena, Forte Asigurari Reasigurari S.A. e Onix Asigurari S.A., non possano più stipulare nuovi contratti e polizze assicurative in Italia.

Il divieto è stato posto perché le due assicurazioni hanno l'abilitazione per la libera prestazione di servizi sul territorio italiano, ma negli ultimi tempi sono emerse alcune criticità che suggeriscono questa via prudenziale per tutelare gli interessi degli assicurati e di altri possibili aventi diritto che si trovino sul territorio italiano.

I contratti stipulati prima del 20 dicembre 2013 rimangono, però, validi e non perdono di efficacia.

Per i clienti delle due compagnie di assicurazione che desiderassero avere maggiori informazioni su quanto sta succedendo, l'Ivass ha messo a disposizione il suo numero verde (800 4866 61) che è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13,30.

L'Ivass ha anche chiesto, tramite un comunicato stampa presente sul suo sito istituzionale, di dare il massimo risalto alla notizia del divieto impartito per poter tutelare il più possibile i consumatori, ricordando, inoltre, che le disposizioni della Comunità Europea sulle assicurazioni dispongono che il controllo sulla capacità di solvenza e sulla situazione economica e finanziaria delle due compagnie di assicurazioni Onix Asigurari S.A. e Forte Asigurari Reasigurari S.A. spetta all'Istituto di vigilanza sulle Assicurazioni della Romania.