Partirà ufficialmente all'inizio dell'anno, ma è già in fase di test in più di 200 agenzie italiane, la nuova offerta modulare di Allianz.

Si chiamerà appunto Allianz1 e nasce dopo un investimento di circa 100 milioni di euro e dopo 2 anni di progettazione.

L'iniziativa che si propone di superare il modello classico di agenzia tradizionale per lasciare definitivamente spazio alla nascita di un'agenzia di tipo digitale è improntata sulla falsariga di un abbonamento ad una tv satellitare o ad una palestra.

Si tratta di un concetto rivoluzionario per il mondo delle assicurazioni: la copertura sarà modulare, cioè costruibile dal cliente stesso (in pochi e semplici "click") in un'unica polizza che potrà "plasmare" sulla base dei propri bisogni e delle proprie esigenze.

Potrà anche essere modificata nel corso del tempo, in modo che il cliente possa adeguarla alle sue effettività possibilità economiche: sarà fruibile e di facile utilizzo con un conseguente risparmio di circa il 70% dell'attuale documentazione cartacea.

Il cliente potrà scegliere la propria polizza personalizzata e deciderne il costo tra diverse garanzie: invalidità permanente da infortuni e/o da malattia, diaria per infortuni, copertura per interventi chirurgici e gravi malattie, premorienza, danni al contenuto e danni ai locali dell'abitazione, furto in casa e danni alla seconda abitazione, danni a terzi, assistenza per emergenze familiari e per emergenze alla guida.

George Sartorel, attuale amministratore delegato di Allianz Italia e Klaus Peter Roehler, attuale ceo di Allianze Suisse e da gennaio 2014 destinato a succedere in Italia allo stesso Sartorel (che diventerà ceo per il gruppo Allianz nell'area Asia-Pacifico), hanno presentato nei giorni scorsi a Milano la "Modular Offer" e ne hanno illustrato la strategia, che ha suscitato il vivo interesse della casa madre tedesca, la quale in un'ottica di sinergia sta studiando la fattibilità del prodotto per eventualmente esportarne in altri paesi il modello.