Settore moto, i prezzi alti delle assicurazioni moto all'origine del calo di vendite? E' questa l'opinione di Pier Francesco Caliari, direttore generale dell'Ancma, associazione dei produttori di moto che aderisce a Confindustria: le immatricolazioni di moto sono in netto calo rispetto ai dati dello stesso periodo della scorsa annata (160mila unità con un -27%). A settembre i numeri non sorridono al settore anche se il calo è meno evidente rispetto al dato annuale: vendite in calo del 10% se confrontate a quelle dello stesso periodo del 2012.

A spiegare questo vertiginoso crollo, secondo Caliari ci sono anche e soprattutto motivazioni legate ai prezzi delle assicurazioni: 'Al giorno d'oggi, acquistare un mezzo a due ruote per un figlio costa in media 3-4 mila euro e il problema principale di questo settore sono i prezzi delle assicurazioni: le varie agenzie assicurative hanno fatto un muro unico e non c'è possibilità di dialogo'.

Il settore dell'Rc moto potrebbe vedere presto una novità che porterà un cambiamento radicale: 'Stiamo parlando con Fmi per la nascita di un'assicurazione nostra: sembra una pazzia ma ci stiamo lavorando seriamente. Anche perché se la montagna non va a Maometto…'.

Difficile stabilire i tempi di sviluppo del progetto, ma l'idea di Caliari si basa su un'assicurazione moto totalmente nuova ed autonoma, che non si appoggi quindi ad una società assicurativa già nota.

Pronta la risposta dell'Ania, l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici: 'E' assurdo dare la responsabilità della crisi del settore alle assicurazioni moto e rimaniamo stupiti che un membro così importante dell'industria parli di simili questioni senza valutare a 360° tutte le problematiche esistenti'.

Secondo Ania, le motivazioni principali del calo delle vendite sarebbero da ricercare nella crisi economica, mentre sui prezzi delle Rc moto si specifica come 'l'andamento sia dovuto ai costi dei risarcimenti e un'eventuale nuova compagnia promossa da Ancma dovrebbe seguire le stesse procedure delle altre società assicurative'.