Buone notizie in arrivo per gli amanti delle due ruote. L'ANCMA (l'Associazione Nazionale Ciclo Motori e Accessori che riunisce le aziende italiane costruttrici di veicoli a due e tre ruote) ha annunciato l'intenzione di creare un'assicurazione autonoma per i motociclisti desiderosi di risparmiare. Con questo metodo i centauri che decideranno di stipulare una polizza con queste assicurazioni, avranno la possibilità di ricevere sconti sostanziosi sulle polizze moto.

L'iniziativa, sorta per volontà dell'ANCMA e dell'FMI (Federazione Motociclistica Italiana), è nata soprattutto per porre rimedio alla forte contrazione delle vendite di moto e di scooter, attribuita proprio all'impennata delle polizze assicurative. L'idea è partita dalla Francia, dove nel 1983 è stata costituita un'associazione di motociclisti che ora detiene addirittura l'80% delle polizze assicurative delle moto. I primi dati del 2013 sono piuttosto allarmanti circa la vendita dei veicoli a due ruote, con una diminuzione del 27% delle motociclette e del 10% relativo agli scooter e ai motocicli.

Le polizze assicurative delle moto sono uno dei principali problemi del settore, considerando che in media per acquistare e mantenere un veicolo a due ruote si spendono circa 3-4 mila euro. Ed il problema è che i costi delle assicurazioni continuano a salire. Per questo motivo l'FMI d'accordo con l'ANCMA sta pensando seriamente di costituire un'associazione che abbia un'assicurazione tutta propria, per poter "aggirare" così i costi elevati e spropositati delle polizze assicurative. Dal canto loro le assicurazioni respingono queste accuse, sostenendo che il calo delle vendite dei veicoli a due ruote dipende semplicemente dalla crisi, che attanaglia diversi settori, e non dai costi eccessivi delle polizze.