Assicurazioni, come proteggere nostro figlio dagli incidenti che avvengono a scuola? Ogni istituto scolastico è obbligato a stipulare una polizza assicurativa con l'Inail che però tutela solo dagli infortuni in cui gli studenti incorrono durante le ore di laboratorio e di educazione fisica; è possibile però sottoscrivere un'assicurazione integrativa che copra tutti gli incidenti che possono capitare durante l'orario scolastico e anche nel tragitto fra casa e scuola.

I bambini e i ragazzi sono irrequieti, dobbiamo farcene una ragione: piccoli o grandi incidenti sono quindi dietro l'angolo anche in ambiente scolastico ed è importante tutelarsi con un'assicurazione integrativa alla polizza Inail che tuteli nostro figlio da ogni incidente (anche non all'interno dell'edificio scolastico). Esistono infatti assicurazioni scolastiche che coprono da incidenti e infortuni non solo fra i banchi di scuola, durante le lezioni, ma anche all'esterno, durante le gite o uscite didattiche, e perfino nel tragitto che ogni giorno si compie dalla propria casa a scuola.

DA LEGGERE: L'assicurazione arriva tra i banchi di scuola per gli studenti italiani

Questa assicurazione, come detto, è integrativa alla polizza Inail, l'istituto scolastico non è quindi obbligato a sottoscriverla. Tuttavia è possibile richiedere una delibera al Consiglio d'Istituto affinché attivi questa polizza. In tal caso però ogni famiglia è obbligata a stipularla con un premio annuo che difficilmente supera i 10 euro.

Moltissimi istituti scolastici diffondono all'inizio dell'anno la circolare sull'assicurazione scolastica che spesso passa inosservata. In ogni caso si tratta di una polizza molto utile che, con ad un prezzo abbordabile, può offrire la sicurezza per gli incidenti che possono colpire i propri figli o chi sta loro intorno. In caso di "sinistro" le famiglie possono richiedere l'apposito modulo in segreteria scolastica per richiedere il rimborso direttamente alla compagnia assicurativa.