Assicurazione professionisti, dal 15 agosto è entrato in vigore l'obbligo di sottoscrizione di una polizza per tutti gli iscritti ad Albi o Ordini professionali. Il Cna (Consiglio Nazionale Architetti) ha lavorato per presentare le migliori offerte e ha da poco concluso le selezioni per trovare le convenzioni di assicurazione più adatte.

Le polizze assicurative trovate sono quelle proposte da Aec e Aig, agenzie rispettivamente britannica e americana, che offrono assicurazioni professionisti e prodotti anche verso aziende ed enti pubblici. I prodotti selezionati dal Cna sono diversi per quanto riguarda premi, clausole, franchigie e massimali ed propongono offerte che si possono adeguare alle esigenze di ogni professionista.

Il quotidiano economico IlSole24Ore ha provato ad effettuare un confronto e questo è il risultato:

  • un giovane architetto che dichiara 15mila euro di fatturato e fissa il massimale a 250mila euro pagherà con Aec 185,60 euro, mentre con Aig 220 euro;
  • per un architetto che fattura 75mila euro e vuole stipulare una polizza con 1,5 milioni di euro di massimale pagherà con Aec 983 euro, con Aig 990 euro;
  • una copertura per un architetto che dichiara invece 250mila euro e un massimale di circa 1 milione di euro, Aec e Aig offrono un premio di circa 2mila euro.

I grandi studi di architettura, che partecipano anche a importanti gare d'appalto pubbliche, si sono sistemati già da tempo, la riforma sulle assicurazioni professionisti riguarda più che altro i nuovi iscritti e gli architetti medio-piccoli che lavorano in proprio. Il Cna ha cercato di trovare le soluzioni migliori per loro e promette che l'impegno continuerà: "Vogliamo perfezionare il meccanismo e ampliare il numero delle offerte - dichiara Pasquale Felicetti, tesoriere e responsabile del dipartimenti interni del Cna - Potremmo addirittura aprire una selezione permanente, senza termine, perché adesso non abbiamo più l'esigenza di chiudere tutto entro una data precisa".