Assicurazione professionale, quali proposte per i geometri? Per chi non fosse aggiornato dal 15 agosto è in vigore l'obbligo di assicurazione per tutti i professionisti appartenenti a queste categorie: notai, commercialisti, consulenti del lavoro, architetti, ingegneri, geometri, psicologi, assistenti sociali, amministratori di condominio, avvocati, medici e infermieri. Gli Ordini professionali si aggiornano per offrire ai propri iscritti le migliori polizze sulla responsabilità civile: ecco le proposte per i geometri.

La categoria dei geometri ha da tempo un sistema assicurativo ben rodato, con una convenzione già rinnovata dal Consiglio Nazionale dei geometri. Attualmente l'assicurazione professionale per i geometri è fornita da Marsh ed è possibile sottoscriverla facilmente connettendosi al sito del Consiglio Nazionale e inserendo i propri dati.

Con la riforma sulle assicurazioni professionali, inserita nel Decreto Sviluppo, è però possibile sfruttare altre offerte, poiché anche le compagnie assicurative si stanno aggiornando anche per questo settore. Per i geometri esiste, ad esempio, la polizza sulla responsabilità civile del gruppo assicurativo Generali. Questo prodotto offre una copertura valida per tutto il periodo del contratto e include anche la cosiddetta garanzia postuma e la garanzia pregressa che valgono cioè per i tre anni successivi e precedenti la sottoscrizione.

L'assicurazione Generali per i geometri copre la responsabilità civile dei danni arrecati a terzi, ma anche la responsabilità delle attività dei collaboratori, dipendenti e praticanti che grava sul professionista. Generali è la più grande compagnia assicurativa in Italia e offre polizze anche per avvocati, architetti, ingegneri, commercialisti, consulenti del lavoro e personale medico, tutte categorie coinvolte dalla riforma delle assicurazioni professionali.