Estate, tempo di vacanze, ma con gli inquilini fuori dalla propria abitazione i ladri fanno festa e possono agire indisturbati. Oltre a dotare la propria casa di sistemi di antifurto efficaci è importante avere una buona assicurazione casa che tuteli da eventuali rapine. Ecco come funzionano queste polizze e su quali situazioni siamo coperti con garanzia di indennizzo.

Un'assicurazione casa può avere diverse caratteristiche a seconda del prodotto e della compagnia assicurativa, ma in genere la polizza copre:

  • il furto di beni che si trovano nella nostra abitazione (spesso sono compresi anche locali connessi come cantina, solaio e box).
  • i danni arrecati a locali e infissi (porte e finestre forzate e atti vandalici) anche se la rapina è andata a vuoto
  • il furto di beni anche all'esterno della nostra abitazione, in seguito a scippi e rapine (in genere non sono coperte le somme di denaro contante)

Fatta questa premessa c'è da sapere che ogni compagnia assicurativa, in caso di furto, risponde a seconda dei termini del contratto. Quindi, ad esempio, il risarcimento potrà variare a seconda della cifra stabilita dal cliente e potrà coprire determinati beni e non altri (a seconda delle esigenze dell'assicurato). Occorre tener presente che è dovere del proprietario di casa dotare le aperture della casa di adeguati sistemi di chiusura e segnalare se i locali vengono lasciati vuoti per lunghi periodi dell'anno.

L'assicurazione casa può essere compresa in un pacchetto che contiene furto e incendio, scippo e rapine o polizza RC (sulla responsabilità civile). Consigliamo quindi di prendere attentamente visione del contratto e delle clausole allegate prima di sottoscrivere l'assicurazione.

I costi? Dipendono da molti fattori come il tipo di abitazione (appartamento o villa), il valore e la metratura della casa e anche il comune di residenza. Da segnalare che esistono polizze casa valide anche per assicurare locali in affitto o case di villeggiatura.