È arrivata l'estate 2013 e tutto è pronto per le vacanze. Destinazione scelta, programma di viaggio preparato e volo prenotato. Tanti soldi sono già stati spesi prima ancora di partire, vale la pena spendere ancora per stipulare un'assicurazione viaggio?

L'assicurazione viaggio è una polizza non obbligatoria e quindi ogni turista è libero di scegliere se stipularla oppure no, ma i prezzi non sono altissimi quindi, con un piccolo ulteriore esborso, è possibile tutelarsi da più o meno gravi imprevisti e restare sereni per tutto il soggiorno.

Di assicurazioni viaggio ce ne sono di molte tipologie, vediamone alcune delle più diffuse:

  • Assicurazione sanitaria: tutela da eventuali spese sanitarie. La polizza è utile più che altro nei paesi non appartenenti all'Unione Europea, poiché all'interno di essa ogni spesa è già coperta dall'assicurazione nazionale.
  • Assicurazione sulla responsabilità civile: così come per l'RC Auto, questa polizza si attiva nel caso di danni a terzi (cose o persone) durante il nostro soggiorno all'estero.
  • Assicurazione bagaglio: è molto utile vista la poca affidabilità dei servizi aeroportuali. L'assicurazione sui bagagli ci rimborsa nel caso di smarrimento o furto del nostro bagaglio
  • Assicurazione volo: è una delle polizze più diffuse, non costa molto e ci permette di recuperare un po' di soldi nel caso di annullamento del volo.

Tante altre sono le assicurazioni viaggio che si possono stipulare ad hoc per le nostre esigenze. Ma quanto costano? Le assicurazioni viaggio elencate possono andare da una decina a un centinaio di euro, non una spesa folle per garantirsi un viaggio senza imprevisti o almeno con la sicurezza di un rimborso.