"Io & i rischi" è il titolo di un progetto realizzato dal Forum ANIA - Consumatori per sensibilizzare i giovani ad assumere un atteggiamento più consapevole nei confronti del rischio, che in due anni ha già coinvolto 214 scuole, 382 classi e oltre 10.000 studenti. I risultati del primo biennio sono stati presentati negli scorsi giorni a Milano.

L'obiettivo è quello di collaborare con il mondo della scuola e coinvolgere la famiglie per un'educazione finanziaria che tocchi i temi principali del mondo delle assicurazioni: il rischio, la prevenzione, la mutualità. L'iniziativa è rivolta alle scuole medie, alle superiori e alle famiglie con bambini, con percorsi diversificati a seconda dell'età.

I ragazzi di oggi sembrano essere molto interessati ai concetti chiave di questo mondo, come dimostrano i risultati di un'indagine condotta dall'Università Cattolica del Sacro Cuore su un campione di partecipanti: dallo studio emerge, infatti, che la maggioranza dei ragazzi vorrebbe approfondire i temi dell'educazione finanziaria e della prevenzione dei rischi.

I test di certificazione delle competenze forniscono, invece, un quadro in chiaroscuro: mentre il 75% degli studenti, ben tre su quattro, hanno compreso i concetti di rischio e di prevenzione, solo il 31,1% ha compreso cosa significa mutualità.

Infatti, solo un ragazzo su tre nelle domande a risposta multipla ha indicato come definizione "un gruppo di persone che si aiutano l'un l'altro per affrontare meglio qualcosa che potrebbe danneggiare uno di loro". Viene data, invece, dal 73,6% degli studenti una definizione piuttosto verosimile di prevenzione, classificata come "l'insieme di azioni e strumenti che permettono di evitare possibili danni o di ridurne le conseguenze".

"Assicuratori e consumatori ritengono indispensabile - ha dichiarato il Presidente del Forum ANIA-Consumatori, Silvano Andriani - che le giovani generazioni dispongano delle conoscenze minime necessarie per prendere in futuro, a ragion veduta, decisioni importanti per loro stessi e per le loro famiglie".