Non sarà un Ferragosto piacevole per i professionisti. A partire dal 13 Agosto infatti dovranno mettersi in regola stipulando una polizza RC professionale per continuare la propria attività in autonomia. A deciderlo è la riforma delle professioni varata lo scorso anno (art. 5 del Dpr 7 Agosto 2012) che avrà valore effettivo proprio quest'estate.

L'obbligo di assicurazione all'art. 5 del decreto recita che "il professionista e' tenuto a stipulare, anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti, idonea assicurazione per i danni derivanti al cliente dall'esercizio dell'attività' professionale, comprese le attività' di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso. Il professionista deve rendere noti al cliente, al momento dell'assunzione dell'incarico, gli estremi della polizza professionale, il relativo massimale e ogni variazione successiva".

In pratica l'art. 5 afferma che il professionista:

  • Deve stipulare un'assicurazione per tutelare il cliente da possibili danni, come la perdita di documenti importanti e altro.
  • Deve rendere noto al cliente i dati relativi alla sua polizza.

Quali sono i vantaggi? La polizza permette di tutelare il professionista da possibili danni arrecati al cliente nell'esercizio della sua professione. Sarà l'assicurazione, e non il professionista quindi, a risarcire i danni visto che svolgono attività molto delicate (pensiamo ai medici ingegneri e avvocati). Una svista, una disattenzione, può costare cara al cliente; la polizza quindi servirà per coprire i danni

Quali sono gli svantaggi? I giovani professionisti, purtroppo, dovranno stipulare la polizza all'inizio della loro carriera..

Quali sono le responsabilità che la polizza copre? Civile, amministrativo, penale e disciplinare in caso di inadempienza, negligenza, imprudenza o imperizia anche con colpa grave. Non copre danni recati con atto e omissione dolosa. Inoltre le assicurazioni si riservano il diritto di non rilasciare la polizza ad un professionista non affidabile.

La polizza è valida per tutti? No. Solo per quei professionisti a cui vengono commissionato un lavoro da un cliente. Se il professionista non ha clienti, ovvio, che la stipula a fare la polizza?