Assicurazioni: a quanto sembra il mercato delle polizze italiane ricomincia a interessare non pochi colossi stranieri. In prima linea tra i possibili venditori ci sarebbe l'Unipol ma anche Carige.

Nel mercato delle assicurazioni, in Italia, qualcosa si muove. Si direbbe infatti che alcune compagnie italiane siano tornate a fare gola ai grandi dell'estero. Sono in vendita pezzetti, quindi non abbiamo davanti casi potenzialmente eclatanti, ma non di meno il segnale è significativo. Dopo l'interesse dimostrato per Fonsai da Groupama, testimone della volontà di un affondo in terra italiana (che non si è però poi concretizzato), si è assistito a pochi tentativi o dimostrazioni di attenzione.

Tuttavia, l'interesse per pezzi di compagnie italiane, come sottolinea Sergio Bocconi sul Corriere, si è rinnovato, in particolare dopo che Unipol ha messo in vendita premi per un totale di 1,7 miliardi di euro: a questo punto l'attenzione dei grandi colossi stranieri si è ridestato. Sembra che per dei pezzi del genere i big internazionali vogliano tornare nello stivale dopo la lontananza dovuta al rischio paese.

Ma non solo Unipol al centro del mercato delle assicurazioni, come accennato infatti nello scenario sembra rientrare anche il lato assicurativo di Banca Carige, che vende per tentare di recuperare gli 800 milioni di euro al momento necessari alla compagnia. Anche per la parte assicurativa di Carige potrebbero quindi tornare a fare acquisti in Italia le grandi compagnie estere. Il condizionale resta comunque d'obbligo, ma presto sapremo la verità.