Novità in materia assicurazioni, ed in particolare di risarcimenti danni riguardanti gli incidenti stradali. Il danno biologico sarà disciplinato da una tabella unica in base ad un decreto legge al varo del Consiglio dei Ministri, che taglierà i risarcimenti relativi agli incidenti.

Le vittime di incidenti comportanti invalidità, in poche parole, riceveranno importi nettamente inferiori dalle società di assicurazione. Sembra che il taglio sarà della metà circa. La tabella unica in questione era attesa da anni e la Federconsumatori, oltre a lamentarsi del ritardo, auspica che, diminuendo gli importi che le compagnie di assicurazione dovranno pagare, possano diminuire di conseguenza anche le tariffe delle assicurazioni, scendendo almeno del 15%.

Ma ciò non è affatto automatico. Federconsumatori ed altre associazioni, insieme a diversi avvocati, temono che la novità possa andare a forte discapito dei consumatori, poiché, come vittime di incidenti, riceveranno sicuramente meno, ma, in quanto automobilisti, dovranno continuare a pagar cara la loro assicurazione per responsabilità civile.

C'è di conseguenza chi ha chiesto in maniera esplicita al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di non firmare il decreto: l'IPSEG (Istituto Piemontese di Studi Economici e Giuridici), il cui presidente è l'avvocato Stefano Commodo (dello studio legale Ambrosio & Commodo). Il deputato del PD Antonio Boccuzzi ha preparato una mozione per far ritirare il provvedimento.

In mancanza della tabella unica, fino ad oggi, la maggior parte delle sentenze dei tribunali faceva riferimento alle Tabelle del Tribunale di Milano (senza essere ad esse vincolate, ovviamente), alle quali la Corte di Cassazione aveva fatto riferimento nella sentenza n.12408 del 2011. Una certa uniformità a livello nazionale di fatto quindi già esisteva.