Quando si parla di morte, tutti noi ci sentiamo "immuni" , ma soprattutto facciamo orecchie da mercante e cambiamo argomento.

In campo assicurativo invece le Polizze caso morte, hanno una loro importanza ed un loro ben preciso target di contraenti. Il target dei contraenti è abbastanza preciso : capifamiglia monoreddito, soprattutto giovani.

Con l'aumentare dell'età, o in una situazione in cui il capofamiglia guadagni molto, stipulare tale tipo di polizza ha più costi che vantaggi.

Importanti avvertenze :

- Con un capitale inferiore ai 150.000 euro basta una visita sanitaria per il contraente ; le compagnie assicurative però si tutelano, da eventuali raggiri, cominciando a dare la copertura dopo sei mesi dalla firma.

- Con capitali elevati, o con contraenti avanti con l'età c'è una postilla che prevede la mancata copertura, qualora il contraente nei cinque mesi dopo la stipula muoia per AIDS.

- Altre importanti postille da leggere con attenzione prima della firma sono quelle che riguardano lo stile di vita dell'assicurato; per capirci, malattie pregresse (anche quelle ignorate ) , uso di sostanze stupefacenti… etc.

- Per il contraente è fondamentale poi sapere che il premio iniziale è la voce più importante. Che se non si paga, dopo 30 giorni la polizza viene automaticamente disattivata e che per riattivarla , oltre al pagamento dei mesi non corrisposti, aumentati degli interessi, i tempi corrispondono a 12 mesi.

- Da ultimo, ma non per ultimo, indicate chiaramente il beneficiario e avvertitelo subito di dove è custodita la polizza. Se in tutto ciò riscontrate difficoltà ricordatevi che potete rivolgervi all' Ania ( l'associazione delle assicurazioni).