Tra i fondi pensione dedicati ai lavoratori dipendenti e a quelli autonomi analizziamo Posta Previdenza Valore, il piano individuale pensionistico di Poste Vita, la compagnia assicurativa di Poste Italiane.

Si tratta di una forma pensionistica che si attua attraverso un contratto di assicurazione sulla vita che va ad affiancare il sistema obbligatorio: riservato ai titolari di un conto corrente Bancoposta o di un libretto postale di risparmio, il fondo consente di costruire una pensione mettendo da parte anche pochi euro al mese. A partire dalla loro rivalutazione verrà calcolata la rendita mensile accreditata al momento in cui il lavoratore andrà in pensione.

DA LEGGERE: Prestiti personali Findomestic e Poste Italiane: flessibili e sicuri

È anche possibile ritirare in un'unica soluzione una somma pari al massimo alla metà di quanto maturato o l'intero capitale in base alle condizioni di legge. Inoltre, i versamenti possono variare nel corso del tempo, ad esempio il contribuente può decidere di cambiare la cifra oppure sospenderli per un certo periodo oppure ancora effettuarne di aggiuntivi.

Vantaggio immediato l'agevolazione fiscale, che si traduce nella possibilità di dedurre, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, quanto versato (fino a 5.164,57 euro all'anno). La tassazione a scadenza è pari al 15% (-0,3 per cento dopo i quindici anni, minimo 9 per cento raggiunti o superati i trentacinque anni).