Si apre la possibilità per chi lo desidera di ottenere la liquidazione per quelle assicurazioni sulla vita non ancora riscosse, le cosiddette polizze dormienti.

Infatti fino al 15 aprile sarà possibile inoltrare la richiesta direttamente alla Consap, l'ufficio che si occupa proprio delle polizze dormienti, presentando la domanda per ottenere il rimborso delle somme non ancora riscosse.

Infatti, a seguito di una norma varata dall'ex ministro dell'economia Giulio Tremonti, gli importi delle polizze dormienti sono state trasferite ad un apposito fondo dello Stato.

L'operazione di richiesta di rimborso è stata prevista dal recente decreto sviluppo, ma non coinvolge tutte le polizze assicurative sulla vita non ancora riscosse,che secondo i calcoli effettuati nel maggio 2010 ammontavano a 12, 8 miliardi di euro, ma soltanto quelle per le quali la scadenza della polizza determina il diritto di poter riscuotere il capitale assicurato che è scattato il 1º gennaio 2006 e per le quali la prescrizione è precedente al 29 ottobre 2008.

Tutte le informazioni per poter ottenere il rimborso sono presenti sul sito del Ministero dello sviluppo. La domanda dovrà essere compilata secondo un apposito schema che può essere reperito facilmente o sul sito del ministero dello sviluppo o su quello della Consap.

Una volta compilata la domanda deve essere inoltrata presso la sede della Consap spa - gestione polizze dormienti, Possono essere anche inviate per via telematica utilizzando la posta elettronica certificata.

La documentazione necessaria per ottenere il rimborso deve anche contenere anche l'attestazione della compagnia assicurativa nella quale si dichiara di aver accertato che si tratta di una polizza dormiente. In caso di eredi sarà necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che certifichi la morte del beneficiario.