Fino al 15 aprile 2013 chi è titolare di assicurazioni sulla vita, andate in prescrizione tra il 2006 e il 29 ottobre 2008 può presentare richiesta per ottenere quanto gli spetta. Può essere presentata domanda di rimborso per quelle polizze vita prescritte, cosiddette polizze dormienti, che soddisfano tutte le seguenti condizioni: evento (morte/vita dell'assicurato) o scadenza della polizza che determinavano il diritto a riscuotere il capitale assicurato, intervenuto dopo alla data del 1° gennaio 2006; prescrizione di tale diritto intervenuta prima del 29 ottobre 2008; rifiuto della prestazione assicurativa, da parte dell'Intermediario, per effetto della suddetta prescrizione e conseguente trasferimento del relativo importo al Fondo "Rapporti dormienti".

La domanda può essere presentata con raccomandata A.R. o plico a mano alla Consap Spa - Gestione Polizze dormienti, Via Yser, 14 - 00198, Roma; Posta Elettronica Certificata all'indirizzo: consap@pec.consap.it. E' meglio inviare una domanda per ogni singola polizza della quale si chiede il rimborso. La domanda di rimborso dovrà essere corredata dalla copia del documento di riconoscimento del richiedente avente titolo al rimborso e copia del codice fiscale; copia della polizza vita; originale dell'attestazione rilasciata dagli Intermediari (compagnie assicuratrici, banche) o altri soggetti che esercitano l'assicurazione sulla vita, conforme al modello pubblicato sul sito Consap.

L'Intermediario deve dichiarare di aver accertato la sussistenza dei requisiti di dormienza della polizza vita; l'evento (morte/vita dell'assicurato) o la scadenza che determinava il diritto a riscuotere il capitale assicurato, sia intervenuto in seguito alla data del 1° gennaio 2006; la prescrizione del diritto alla riscossione del capitale assicurato sia intervenuta prima del 29 ottobre 2008. Dichiarare di aver trasferito il capitale assicurato al Fondo "rapporti dormienti" (indicando la data del versamento, importo e numero di CRO) e aver rifiutato la prestazione assicurativa, opponendo l'intervenuta prescrizione, con contestuale impegno a non provvedervi in futuro.

Per la domanda presentata da persona diversa dall'avente diritto al rimborso. Nel caso di richiesta avanzata dall'erede del beneficiario indicato in polizza, produrre in originale la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante il decesso del beneficiario stesso e i nominativi degli eredi. Nel caso di richiesta avanzata dal tutore nell'interesse di un minore ovvero nell'interesse di un soggetto interdetto, produrre il provvedimento di nomina e l'autorizzazione del giudice tutelare all'incasso. Nel caso di richiesta avanzata dal delegato o dal mandatario - con o senza rappresentanza del mandante - dovranno essere prodotti in originale: la delega o il mandato del beneficiario, corredati del documento d'identità del delegante o del mandante; delega alla riscossione di benefici economici da parte di terzi o, in alternativa, procura notarile all'incasso.

Modalità e termini per l'istruttoria delle domande. L'istruttoria si conclude in ogni caso entro il centottantesimo giorno successivo al termine ultimo per la presentazione delle istanze di rimborso e cioè entro il 14 ottobre 2013. Le domande che a tale data non saranno idoneamente completate con la documentazione integrativa richiesta non potranno che essere respinte. All'esito dell'istruttoria, la Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A.) secondo i casi comunica l'accoglimento della richiesta, la reiezione motivata della domanda.

Erogazione dei rimborsi e pagamenti. Conclusa l'istruttoria, la Consap, entro i 15 giorni successivi, determina l'ammontare complessivo degli importi da rimborsare e chiede al Ministero l'accredito della relativa somma e appena ricevuto dispone i rimborsi dei singoli aventi diritto entro i 30 giorni successivi.