Secondo Oscar Giannino, capolista alla Camera per il movimento Fare per Fermare il Declino, attraverso la vecchia CIG (cassa integrazione guadagni) è possibile garantire uno stipendio per tutti i disoccupati, fino a 4 anni dalla data di licenziamento.

Con questa novità, il giornalista vorrebbe ridurre la precarietà e far ripartire l'economia delle aziende tramite la protezione dei consumi dei disoccupati.

La proposta è stata divulgata dal palco dell'antimeeting in cui c'è stata anche l'occasione di rendere disponibile una diretta video delle riunioni del Consiglio dei Ministri (segrete fin dai tempi dello statuto Albertino).

Nella stessa sede, è stato anche dichiarato che le banche, sotto la garanzia della Cassa Depositi e Prestiti, dovrebbero pagare tutti i crediti che le aziende vantano nei confronti dello Stato. In questo modo, le imprese potrebbero ottenere la liquidità necessaria per impostare un programma di rilancio dell'economia con investimenti e assunzioni di nuovo personale.

Con questa linea, il giornalista continua la sua ricerca di consenso tra gli elettori delusi e ancora indecisi sulla vecchia politica.