Differenza attiva fra i ricavi e i costi di una impresa. Il profitto, o utile, risulta dal bilancio d'esercizio e rappresenta il reddito dell'imprenditore (sia esso un singolo, oppure una società). Secondo la teoria economica più diffusa, il profitto rappresenta il compenso che viene attribuito all'imprenditore per il rischio che sopporta nell'attività di impresa e per le sue capacità di direzione dell'impresa stessa.

Gli ad delle Compagnie di assicurazioni pronunciano sempre la seguente frase : "quest'anno dobbiamo crescere nella redditività", locuzione che riporta alla memoria l'abusato slogan politico usato negli anni settanta "convergenze parallele". E' fuori dubbio che per una azienda sia lo sviluppo che la redditività siano l'elemento cardine dell'essere imprenditori, ma purtroppo il mercato assicurativo è ben diverso da quello industriale e quindi difficilmente la crescita si sposa con la redditività.

Sarebbe sicuramente più facile passare da una ottimizzazione dei costi in abbinamento ad un sano e costante monitoraggio del portafoglio.

Le compagnie di assicurazione dovrebbero investire molto di più in percorsi di carriera del proprio personale ed in formazione, meglio se sul campo. Il successo delle aziende passa anche attraverso questo. I manager della Disney una volta l'anno sono costretti ad indossare per un weekend i panni di Topolino, Paperino, Pluto e Minnie per comprendere cosa vedono i bambini e come interagiscono con il personaggio a cui danno la mano o con cui si fanno fotografare.

Vi immaginate cosa succederebbe se un Direttore Generale di una azienda si mettesse al bancone ( che oggi come ho avuto modo di dire più volte non dovrebbe più esistere nelle agenzie) di un'agenzia e risolvesse i problemi dei clienti o vendesse una polizza?

Sarebbe un fatto epocale che ci riporterebbe a Giovannino Agnelli che passò mesi alla catena di montaggio della Piaggio. Questo è il vero modo per fare profitto, questo è l'unico sistema per capire le reali esigenze della nostra azienda.