Ecco le più diffuse tipologie di assicurazioni a tutela dei beni e delle cose che consentono anche nel 2013 di alleggerire le preoccupazioni legate alla conduzione della propria abitazione e delle cose di uso comune. Sono svariate e comprendono una serie di garanzie di cui spesso si ignora l'esistenza. Vediamole.

Innanzitutto, l'R.C. auto, necessaria per la copertura dai rischi derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore, può prevedere coperture aggiuntive quali incendio e furto del mezzo, rottura cristalli, eventi naturali, tutela giudiziaria, oltre agli infortuni del conducente.

Secondariamente, le polizze incendio e furto per la propria casa garantiscono copertura assicurativa in caso vada a fuoco il fabbricato, il suo contenuto, nonché parti danneggiate dei vicini che reclamano il risarcimento del danno subito e inoltre, in ipotesi di inquilino in affitto, tutelano contro eventuali rivalse del proprietario. La garanzia si estende contro furti, rapine ed estorsioni, compresi gli scippi subiti per strada. E' ideale per chi ha stipulato un mutuo per l'acquisto dell'abitazione che prevede almeno la copertura per rischio incendio o per chi vive gran parte della giornata fuori casa (in cui la probabilità di furto è più elevata).

In generale, non si compra una polizza, si compra un po' di tranquillità e serenità. Si compra la sicurezza di non farsi sorprendere impreparato dagli imprevisti e la certezza di poter mitigare le conseguenze economiche di questi imprevisti. E non ci si assicura solo contro il danno ma per mantenere il tenore di vita della propria famiglia e per preservare i propri risparmi, per garantire lo studio dei figli, una vecchiaia serena o magari per realizzare un piccolo sogno. In definitiva, ci si assicura per il proprio futuro.