Dalla partnership tra l'AC Milan e il broker assicurativo AON, è nato un nuovo ed ambizioso connubio a livello calcistico/assicurativo, ovvero la polizza M.I.L.A.N. Di che cosa si tratta?

L'idea, innovativa per il mercato italiano, prevede la possibilità di sottoscrivere cinque assicurazioni diverse per tutelare ogni evenienza nella quotidianità del tifoso milanista. Nella fattispecie:

M = polizza motori, per assicurare la propria auto in collaborazione con Zurich Connect

I = polizza infortuni personale

L = polizza "Libera Mente" ovvero polizza sulla vita

A = polizza abitazione, per tutelare la propria casa

N = polizza "No problem" per tutelare la propria salute.

E per chi ha la tessera "Cuore rossonero" sono previsti ancora più vantaggi.

Si tratta di un'idea di marketing in grado, potenzialmente, di portare enormi benefici sia alla società di calcio che al broker assicurativo. Due marchi prestigiosi, conosciuti in tutto il mondo. La strategia, oltre alla qualità della partnership di riferimento, fa leva sul senso di appartenenza della tifoseria.

Le società di calcio italiane hanno capito, finalmente, che per competere a livello dei grandi club europei e mondiali, occorre una forte strategia di marketing ed una diversificazione dei profitti. Non solo il merchandising quindi, ma nuove idee per fidelizzare il tifoso ed attirare nuovi proseliti.

La strategia del Milan va nella giusta direzione. Sempre meno peso ha, nella gestione ordinaria di un club calcistico, la parte di proventi che deriva dalla vendita dei biglietti. Aumentare i ricavi e ridurre il monte ingaggi, per presentarsi un domani più forti, sul palcoscenico calcistico mondiale, è oggi condizione essenziale per qualsiasi club calcistico italiano (e non solo).

La rotta è tracciata dunque. Non resta che seguirne la scia.