Firmato l'accordo tra Compass ed Europ Assistance che prevede la distribuzione di prodotti assicurativi per la casa nelle filiali e sui canali web della società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca. Il progetto si chiama Compassicura e verrà lanciato inizialmente in 44 filiali.

L'offerta comprende tre polizze casa, realizzate in partnership con Europ Assistance: "Casa sempre assistita" che prevede, in caso di necessità, l'invio di un artigiano specializzato, "Casa sempre protetta" che tutela il contenuto dell'immobile in caso di incendio e furto, e "Casa sempre salva" che tutela il cliente in caso di scoppio e incendio del fabbricato. Ma l'offerta, ha annunciato Compass, sarà presto arricchita da una vasta gamma di prodotti assicurativi per la persona distribuiti su tutto il territorio italiano.

Il progetto consentirà alla società di credito al consumo, già attiva nel settore dell'intermediazione assicurativa con la vendita di polizze abbinate ai finanziamenti, di arricchire e diversificare i propri servizi, valorizzando ulteriormente l'attività delle 158 filiali sparse su tutto il territorio nazionale. "In un momento come quello attuale - commenta Roberto Ferrari, Direttore Centrale Marketing e Partnership di Compass - in cui gli italiani hanno più che mai bisogno di sicurezza, trasparenza e semplicità, con l'offerta Compassicura ci facciamo interpreti di questa esigenza. La scelta di Europ Assistance è quella di un partner altamente affidabile e innovativo, con cui poter sviluppare questo mercato".

La volontà di rinnovarsi è anche tra gli obiettivi di Europ Assistance che con questo nuovo accordo mira ad estendere la propria presenza su canali di vendita diretti al consumer. "Stiamo percorrendo la via del completamento dell'offerta di servizi per i consumatori - spiega Valerio Chiaronzi, Direttore Marketing, Consumer e Tecnica Assicurativa di Europ Assistance Italia - e puntiamo all'ingresso dei nostri prodotti in canali distributivi che non avevamo ancora approcciato. Siamo convinti che questa sia la scelta più giusta per la crescita, anche in un periodo economico difficile come questo".