Il comitato esecutivo di Assicurazioni Generali, ha approvato un nuovo assetto organizzativo finalizzato ad una gestione più integrata delle attività assicurative. I cambiamenti introdotti semplificano l'organizzazione interna di Generali e gettano le basi per una maggiore efficienza e trasparenza nei processi decisionali, in linea con i migliori standard di settore.

Riassetto organizzativo - E' stata istituita la nuova funzione del Chief Insurance Officer, per sviluppare il core business assicurativo, ed è stato creato il Group Management Committee, un comitato internazionale che individuerà le priorità strategiche del Gruppo e garantirà una forte coesione nella gestione del business.

Chief Insurance Officer - Il ruolo di Chief Insurance Officer è stato affidato a Sergio Balbinot, che avrà il compito di guidare le attività assicurative di tutto il Gruppo, definire gli obiettivi industriali delle business unit e monitorare le loro performance.

Il Group Management Committee - Attraverso il Group Management Committee viene introdotto un approccio manageriale di squadra nella gestione del business a livello internazionale, con l'obiettivo di un maggiore allineamento sulle priorità strategiche fra le business unit del Gruppo e un processo decisionale più efficace e condiviso.

Di questo comitato internazionale dei manager Generali faranno parte: i responsabili dei tre principali mercati del gruppo (per l'Italia Raffaele Agrusti, per la Francia Claude Tendil e per la Germania Dietmar Meister); il responsabile delle global business lines Paolo Vagnone (con la responsabilità dei business con caratteristiche globali), il chief operations officer (nuovo ruolo ricoperto ad interim da Greco); il Cfo Alberto Minali; il chief investment officer (ruolo ad interim ricoperto da Greco) e il chief risk officer. Quest'ultimo ruolo è stato affidato a Sandro Panizza (in Generali dal 2004 con diversi incarichi, prima in Alleanza e dal 2011 in Ina Assitalia).