Fino a poco tempo fa le polizze assicurative per i professionisti erano consigliate, ma non obbligatorie. Tutto è cambiato con il D.L. 138/2011, che ha introdotto l'obbligo, differito al 15 agosto 2013, per tutti i professionisti di stipulare un'assicurazione per la copertura della responsabilità civile professionale.

La polizza copre i danni arrecati a terzi a seguito di errori e omissioni nell'erogazione dei servizi, purchè questi non siano causati da comportamenti dolosi. Il professionista è libero di stipulare l'assicurazione con la compagnia che preferisce, ma è previsto che le condizioni generali delle polizze possano essere negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti.

E' in questo contesto che si inserisce la Guida pubblicata ieri dal Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI) al fine di aiutare la categoria a valutare le diverse proposte presenti sul mercato in materia di copertura assicurativa. Si tratta di una guida di immediata utilità che cerca di rispondere alla necessità di approfondire alcuni aspetti delle polizze che, come ha evidenziato il CNI, non sono sufficientemente note ai professionisti interessati.

Il documento, redatto in collaborazione con la Crawford & Company Italia S.r.l., una società di consulenza nella gestione dei sinistri, offre infatti una dettagliata analisi delle nuove norme, con particolare riferimento alla categoria degli ingegneri, nonché un approfondimento sulla polizza rc professionale e sul rapporto tra assicurati e assicuratori.