Siete proprio sicuri di non voler stipulare delle assicurazioni contro i furti prima di andare in vacanza? È vero, bisogna risparmiare e molti italiani rinunciano alla polizza casa, ma gli ultimi dati diffusi dalle Prefetture al Dipartimento di Sicurezza faranno cambiare idea.

I topi d'appartamento sono più attivi dell'anno scorso: i furti in casa durante le vacanze sono in aumento già del 15%. Un dossier del Viminale evidenzia anche come il trend sia in realtà in continuo aumento da vent'anni, con un nuovo picco raggiunto nel 2006.

Ci si può difendere con sistemi antifurto più o meno all'avanguardia, oltre che con inferriate alle finestre e porte blindate. Ma chi non avesse la possibilità di dotarsi di questi dispositivi, può sempre pensare di stipulare una polizza assicurativa. Del resto, meglio spendere un po' di più per il budget vacanze che trovarsi costretti a dover ricomprare tutto quello che ci hanno rubato e ristrutturare ciò che è stato danneggiato durante l'effrazione.

La polizza si rivela poi una scelta obbligata per chi tiene in casa opere d'arte, preziosi, hi-tech o contanti. Esistono dei pacchetti furto che includono anche la garanzia per questi oggetti di valore, oltre che polizze dedicate esclusivamente a quest'ambito.