Le vacanze sono ormai terminate per la maggior parte degli italiani, ma per qualcuno stanno per iniziare. Per non farsi rovinare le meritate ferie da un infortunio o da una malattia improvvisa è bene essere previdenti e stipulare un'assicurazione viaggio in grado di tutelarci dagli eventuali rischi che si possono correre in un paese a noi sconosciuto.

Prima di partire è importante informarsi adeguatamente sulla situazione sanitaria della località delle vacanze e sui vaccini e i medicinali consigliati se la meta è tra i paesi a rischio. Inoltre è bene registrarsi sul sito del ministero degli Esteri nel Mondo, per poter essere sempre reperibili in caso di necessità.

Ovviamente i rischi variano a seconda della meta e del tipo di vacanza scelta, aspetti fondamentali per scegliere la giusta copertura assicurativa. Se si viaggia in un Paese UE, la tessera sanitaria è sufficiente per avere assistenza, secondo i costi del paese in cui ci si trova. Ma i rischi aumentano, quando si viaggia fuori dall'UE, magari con un sistema sanitario scarso o con assistenza sanitaria privata (ad esempio gli Usa), dove il più banale caso di malattia o infortunio può richiedere un notevole dispendio economico. In questi casi sottoscrivere una polizza assicurativa è altamente consigliabile.

Oggi le compagnie assicurative offrono un'ampia gamma di prodotti, in grado di adattarsi alle esigenze e al portafoglio di tutti i clienti. Ma anche nella scelta della polizza assicurativa è bene essere prudenti e cercare di risparmiare senza mettere a rischio la propria salute. Il pericolo , infatti, è quello di trovarsi a pagare per eventuali cure mediche un prezzo di gran lunga superiore a quello richiesto da una delle compagnie assicurative presenti nel nostro Paese.

Generalmente l'assicurazione viaggio copre tutte le spese mediche necessarie a seguito di un infortunio o di una grave malattia, compresi i costi di interventi chirurgici o di trasferimenti in altre strutture ospedaliere. In alcuni casi l'assicurato dovrà pagare in loco le cure mediche, che verranno rimborsate dall'assicurazione al momento del rientro. Altre compagnie, invece, versano un anticipo per provvedere alle spese mediche. In ogni caso è sempre opportuno prestare attenzione alle clausole contrattuali e in particolare alle franchigie e ai rischi non coperti dalla polizza.