La polizza viaggio non è obbligatoria, ma altamente consigliabile per partire sicuri, soprattutto se la meta prescelta si trova fuori dai confini italiani. L'assicurazione viaggio diventa, poi, indispensabile in quei paesi dove l'assistenza medica ha costi elevati o le condizioni sanitarie sono precarie. La copertura va scelta, dunque, con accortezza, tenendo conto delle proprie esigenze, della disponibilità di spesa e della meta che si desidera raggiungere.

Le polizze attualmente disponibili sul mercato offrono coperture per spese mediche, annullamento del viaggio, furto o perdita del bagaglio o per i danni involontariamente arrecati a terzi. In alternativa è possibile scegliere pacchetti che racchiudono in un solo prodotto tutte le principali garanzie per viaggiare sicuri (copertura sanitaria, bagaglio, volo, responsabilità civile). L'assicurazione dev'essere stipulata, anche online, prima della partenza e i documenti devono essere conservati per l'intera durata della vacanza. Per avere la certezza di essere rimborsati in caso di imprevisti o incidenti è necessario fare sempre attenzione alle franchigie e ad eventuali esclusioni previste nel contratto. Ad esempio la pratica di sport estremi e pericolosi o la gravidanza possono rendere nulli la copertura garantita dalla polizza annullamento o il rimborso delle spese mediche.

Chi, invece, non vuole rinunciare alla propria vettura anche all'estero, deve accertarsi che l'assicurazione auto italiana sia valida anche nel luogo scelto per le proprie vacanze. Per viaggiare al di fuori dei Paesi della Comunità Europea, è necessaria la Carta Verde, il certificato internazionale di assicurazione che ormai è possibile acquistare presso la maggior parte delle compagnie assicurative. Mentre nei paesi che non aderiscono alla convenzione Carta Verde è necessario stipulare assicurazioni auto specifiche, di durata giornaliera, settimanale o mensile, a seconda della durata del soggiorno.