Per godersi le vacanze in tranquillità, evitando spiacevoli imprevisti o situazioni che potrebbero generare spese ingenti, la soluzione è viaggiare informati e soprattutto assicurati. Prima di scegliere la polizza, è bene capire quali sono le proprie esigenze e abitudini di viaggio.

Per chi viaggia più di due volte l'anno, la soluzione migliore è la polizza viaggio annuale, che permette di risparmiare e offre, nella maggior parte dei casi, una copertura ancora più estesa di quella fornita dalle assicurazioni stipulate per un singolo viaggio. Questo tipo di contratto include solitamente l'assistenza sanitaria in caso di sinistro e il risarcimento per l'annullamento del viaggio.

La maggior parte degli assicuratori offre delle polizze complementari che consentono di costruire una copertura perfettamente adeguata ai bisogni del cliente. E'possibile, ad esempio, completare le prestazioni di base aggiungendo un'assicurazione per i bagagli, il soccorso stradale, qualora si scelga di viaggiare con un mezzo proprio, o anche una polizza di protezione giuridica.

Altro aspetto da non sottovalutare è se si viaggia da soli o in famiglia. In quest'ultimo caso, infatti, è necessario scegliere un'assicurazione di tipo "familiare" che copre, oltre al contraente, anche i suoi familiari. Nel caso in cui ad accompagnare l'assicurato fossero persone estranee al nucleo familiare, è opportuno consultare le condizioni contrattuali della polizza oppure contattare direttamente l'assicuratore per avere un consiglio adeguato al proprio caso.

Importante è tenere sotto controllo il costo della polizza. Prima di stipulare il contratto, è bene confrontare i prodotti offerti dalle diverse compagnie assicurative, tenendo conto non solo dei premi previsti dai diversi operatori, ma anche delle prestazioni incluse o meno nella polizza. In questo modo si eviterà anche un eccesso di prudenza che potrebbe comportare il rischio di pagare due premi per la stessa prestazione. Infatti alcune delle prestazioni delle assicurazioni viaggi sono in realtà già garantite da altre polizze, come ad esempio la responsabilità civile in caso di danni causati a terzi. Il rischio che si corre eccedendo in prudenza non è soltanto quello di pagare più del dovuto, ma anche si essere penalizzati in caso di incidente: i diversi assicuratori potrebbero, infatti, scaricarsi reciprocamente la responsabilità del risarcimento.