Novità per le assicurazioni casa. Con l'introduzione del decreto liberalizzazioni è arrivata anche la nuova normativa sulle polizze assicurative abbinate ai mutui ipotecari.

Ormai quasi tutti gli istituti di credito condizionano l'erogazione dei finanziamenti per l'acquisto di immobili alla stipula di una polizza assicurativa, che tuteli dall'impossibilità di rimborsare il mutuo. Dal primo luglio le banche sono obbligate a sottoporre ai clienti almeno due preventivi di spesa diversi per l'assicurazione.

Il vantaggio per il mutuatario è la possibilità di confrontare la proposta dello stesso istituto con quelle di altri soggetti non collegati ad esso, con evidenti ricadute positive in termini di concorrenza e abbassamento dei prezzi.

L'Isvap (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni Private) ha emanato un regolamento per garantire maggiore accessibilità e trasparenza nel confronto. La norma prescrive infatti che i preventivi debbano essere reperibili online. Le banche avranno tempo fino al 1° settembre per adeguarsi alle nuove disposizioni.

L'Abi (Associazione Bancaria Italiana) ha però sottolineato che questo termine potrebbe non essere sufficiente. Gli istituti di credito avrebbero delle difficoltà tecniche, secondo l'associazione, a pubblicare online i preventivi delle altre banche.

E' l'ennesima falla nei provvedimenti di liberalizzazione del mercato italiano? Forse sì, perché si attende a breve un'ulteriore proroga dei termini di adeguamento da parte dell'Isvap. Chi richiederà un mutuo e dovrà sottoscrivere un'assicurazione potrebbe quindi non beneficiare della nuova norma, anche se già in vigore.