L'arrivo della bella stagione, il caldo e le giornate più lunghe, per molti appassionati di motori significa "voglia di moto". In periodi di crisi come questo, però, a mettere i "bastoni tra le ruote" a tutti gli amanti di ciclomotori, moto e scooter, ci sono le spese relative al costo del carburante e dell'assicurazione moto. Tutto il comparto delle due ruote, infatti, come il mercato dell'auto, sta risentendo fortemente degli effetti della crisi e mentre le vendite crollano anche le assicurazioni moto sono in calo.

Gli ultimi dati dell'Isvap mostrano però una situazione più preoccupante. I veicoli che nel nostro Paese circolano senza assicurazione auto o moto sono 3 milioni e mezzo e rappresentano circa il 7% dei veicoli immatricolati presenti in circolazione. L'Isvap, inoltre, sottolinea che la maggior parte di essi si trova nelle regioni del Sud.

L'alto numero di veicoli che si muovono per le strade senza assicurazione mette in luce come il calo delle polizze moto non sia legato soltanto alla diminuzione delle vendite, ma anche a una tendenza che si sta sempre più diffondendo in questi ultimi anni. L'incremento dei premi assicurativi , infatti,ha spinto molti motociclisti a decidere di non pagare più l'assicurazione moto perché troppo costosa, anche se spesso no rinunciano ad utilizzarla.

Per chi non volesse lasciare la moto in garage o circolare senza assicurazione (rischiando pesanti sanzioni), il consiglio è di valutare le diverse offerte delle assicurazioni on line che permettono di fare un preventivo veloce della spesa per la polizza, consentendo quindi di scegliere liberamente l'assicurazione più conveniente e adatta alle proprie esigenze.