Per chi lavora in proprio esistono delle polizze assicurative che è bene sottoscrivere per essere tranquilli nel caso di risch che riguardano l'attività lavorativa in ufficio. I possibili pericoli per chi ha uno studio professionale non sono certo pochi e possedere un'assicurazione completa, spesso, può essere utile per evitare di subire l'impatto economico di un furto o di una perdita di dati dell'archivio.

Secondo i dati raccolti da Corriere Economia, per un'assicurazione multi rischio per ufficio o studi professionali fino a tre dipendenti, in una superficie di 150 metri quadrati a Milano o a Roma, la cifra media che chi lavora in proprio dovrà sborsare è di circa 400 euro all'anno. Per quanto riguarda uffici o studi situati in centri di piccole dimensioni, il prezzo potrebbe essere inferiore, perché diminuisce il costo della garanzia contro il furto. Le polizze generalmente comprendono la copertura per tre principali rischi: incendio, furto e responsabilità civile. Per quest'ultima si parla di rc extra professionale, cioè non legata in modo specifico all'attività lavorativa. La garanzia contro l'incendio copre i danni procurati da fuoco, acqua, eventi atmosferici (eccetto terremoti), atti vandalici e fenomeni elettrici (ad esempio black-out). Vengono risarciti sia i danni relativi ai beni contenuti nell'ufficio, propri o di terzi, sia quelli relativi all'immobile. La garanzia furto rimborsa anche scippi e rapine che avvengono al di fuori dei locali. La copertura assicurativa può essere poi completata da servizi di assistenza in caso di incidenti o guasti che avvengono durante l'attività lavorativa.

Nonostante l'importanza di queste polizze, le assicurazioni per uffici o studi in Italia appaiono ancora poco diffuse. Lo stesso, per altro, si può dire delle polizze destinate alla vita familiare. I prodotti assicurativi in questo comparto "sono sostanzialmente uniformi tra loro", spiega Francesco Paparella, presidente dell'Aiba, la maggiore associazione di categoria dei broker assicurativi italiani. Cambiano invece "e non di poco, i premi da pagare, che dipendono soprattutto dal maggiore o minore interesse commerciale delle compagnie a sviluppare questo settore di attività".

Chi deve stipulare una polizza per ufficio deve porre attenzione non solo ai costi, ma anche alle clausole che questa prevede. Molte assicurazioni, ad esempio, prevedono una franchigia, cioè una somma di denaro fissa che rimane a carico dell'assicurato. Inoltre bisogna sempre verificare che l'importo da pagare non sia talmente elevato da annullare l'efficacia della copertura stessa. Per le polizze multi rischio, infine, è bene scegliere un contratto annuale, che permette al cliente di non rimanere eccessivamente vincolato alla compagnia.