Assicurazioni sulla casa, argomento delicato, scetticismo diffuso. Nel mercato delle polizze dedicate alla tutela della casa, difficile identificare una proposta che riesca a rassicurare senza prevedere costi impegnativi per il bilancio familiare.

Eppure la difesa della propria abitazione dovrebbe essere un punto principale, soprattutto in un periodo difficile come questo, costellato da catastrofi naturali che incidono enormemente sulle condizioni di vita. Terremoti, frane, alluvioni, incendi e crolli causano ogni anno in Italia morti,feriti e milioni di danni e appare indispensabile, quindi, una maggiore prevenzione.

Una polizza casa, scelta dopo un attento confronto sulle proprie possibilità e sulle caratteristiche immobiliari e territoriali, può essere una valida soluzione per ridurre le conseguenze di potenziali danni naturali che vanno a pesare sul bilancio economico dei superstiti e dello Stato. Ecco, quindi, l'intelligente proposta contestuale di una polizza che deve essere 'sociale', frutto cioè di una collaborazione tra Stato e compagnie di assicurazione.

Necessità sottolineata anche dal convegno 'Forme di collaborazione tra Stato e Compagnie di assicurazione in materia di regolamentazione dei danni conseguenti a calamità naturali' organizzato a Milano da Aida-Associazione internazionale di diritto delle assicurazioni, che ha sottolineato, con dati espliciti, che ogni euro investito in prevenzione e in polizza casa fa risparmiare 4 euro in danni e 3,5 euro in soccorsi.

Le compagnie di assicurazione hanno la competenza, la conoscenza, l'esperienza per offrire allo Stato un valido supporto per la polizza, che dovrebbe essere preferibilmente obbligatoria, modulata secondo il rischio più o meno forte nelle diverse aree del Paese, detraibile dalle imposte, con possibilità contestuale per le compagnie di competere tra loro per contenerne il costo. Competitività nelle offerte e confronto tra polizze casa concorrenti per tutti i cittadini che potrebbero essere più tranquilli e più tutelati, anche nelle più temibili eventualità di calamità naturali imprevedibili e inevitabili.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.